foto per Cristian Suonare news

Valentina Lo Surdo, «The success? It’s a faith question», An interview with Cristian Carrara, Suonare News, December 2017

He is one of the most important composer of his generation . His music can reach the heart of the people thanks to the bravery of the simplicity. Cristian Carrara tell us his idea of art: «Look for the beauty that go to everyone». He suggest a thought to the young people that begin this profession: «Let’s remember that we write always for other people, do it only for ourselves is a limit. To whom will spend money and time to listen me, what I will give back to him? An other important thing is to believe in our ideas: if you have a winning one, don’t leave it, you will find the way to get it. The really functioning idea is the one that can be heard by everybody».

Read more at:
Suonare News, December 2017, pp. 42-43

foto per Cristian Suonare news

Valentina Lo Surdo, «Il successo? È una questione di fede», Intervista con Cristian Carrara, Suonare News, Dicembre 2017

È uno dei compositori più in vista della nuova generazione. La sua musica riesce ad arrivare al cuore della gente con il coraggio della semplicità. Cristian Carrara ci propone la sua idea di arte: «Cercare la bellezza che arriva a tutti». Ai giovani che si affacciano a questa professione propone una riflessione: «Ricordiamoci che scriviamo sempre per qualcun altro, che è un limite farlo solo per se stessi. A chi spenderà denaro e tempo per ascoltarmi, io cosa lascerò in cambio? Altro aspetto importante è credere nelle proprie idee: se ne hai una vincente non mollarla, il modo per farla arrivare la troverai. L’idea che funziona davvero è quella che può essere sentita da tutti».

Per approfondimenti:
Suonare News, Dicembre 2017, pp. 42-43

notre dame gerusalemme

Mater, for strings orchestra, Young Musician European Orchestra, Jerusalem and Bethlehem, December 2nd and 3th 2017, h. 8.30

Mater, for strings orchestra, has been performed by the Young Musician European Orchestra, conducted by M° Paolo Olmi, on Saturday, the 2nd of december, near the Church of Notre Dame in Jerusalem, and on Sunday , 3th of December, in Bethlehem, in the Church of Saint Caterina of the Nativity’s Complex.
The concert, made by Cooperativa Emilia Romagna Concerti in partnership with Foreign Minister, Cultural Heritage Minister, Emilia Romagna Region, Italian Institute of Culture in Tel Aviv, Italian Ambassy in Israel, Italian General Consulate in Jerusalem and Bethlehem City Hall, has provided also the performance of music of Antonio Vivaldi and Wolfgang Amadeus Mozart.
Program
Cristian Carrara (1977), Mater – for strings orchestra
Antonio Vivaldi (1678-1741), Concert in d minor for two violins, cello and strings op.3 n.11
Solists: Yevgeniy Kostrytskyy, Gennaro Cardaropoli – violins; Klaus Broz – cello

Antonio Vivaldi (1678-1741), Concert in b minor for 4 violins, cello and strings op.3 n.10
Solists: Yevgeniy Kostrytskyy, Matteo Cimatti, Gennaro Cardaropoli, Giuseppe Mengoli – violins; Klaus Broz – cello

Wolfgang Amadeus Mozart, Symphonia Concertante in e-mol Major K364
Solisti: Gennaro Cardaropoli violin, Timothy Ridout – viola
Conductor: Paolo Olmi

Free entrance
More info at:
IIC Tel Aviv

notre dame gerusalemme

Mater, per orchestra d’archi, Young Musician European Orchestra, Gerusalemme e Betlemme, 2-3 dicembre 2017, h. 20.30

Mater, per orchestra d’archi, è stato eseguito dalla Young Musician European Orchestra, diretta dal M° Paolo Olmi, sabato 2 dicembre, presso la Chiesa del Centro Notre Dame di Gerusalemme, e domenica 3 dicembre a Betlemme, nella Chiesa di Santa Caterina nel Complesso della Natività.
Il concerto, realizzato dalla Cooperativa Emilia Romagna Concerti in collaborazione con Ministero degli Esteri, Ministero dei Beni Culturali, Regione Emilia Romagna,istituto Italiano di Cultura di Tel Aviv, Ambasciata d’Italia in Israele, Consolato Generale d’Italia a Gerusalemme e Municipio di Betlemme, ha previsto anche l’esecuzione di brani di Antonio Vivaldi e di Wolfgang Amadeus Mozart.

Programma
Cristian Carrara (1977), Mater – per orchestra d’archi
Antonio Vivaldi (1678-1741), Concerto in re minore per due violini violoncello e archi op.3 n.11
Solisti: Yevgeniy Kostrytskyy, Gennaro Cardaropoli – violini; Klaus Broz – violoncello

Antonio Vivaldi (1678-1741), Concerto in si minore per 4 violini, violoncello e archi op.3 n.10
Solisti: Yevgeniy Kostrytskyy, Matteo Cimatti, Gennaro Cardaropoli, Giuseppe Mengoli – violini; Klaus Broz – violoncello

Wolfgang Amadeus Mozart, Sinfonia Concertante in mi bemolle maggiore K364
Solisti: Gennaro Cardaropoli violino, Timothy Ridout – viola
Direttore: Paolo Olmi

Ingresso libero

Per ulteriori informazioni:
IIC Tel Aviv

Giuseppe Rossi, Faust in the sky, «Musica», October 2017

In terms of the language, Carrara’s music could be signed up in the neoromantic trend of which composers that, refusing the experimentalisms of twentieth’s century vanguards, aim for recovery an immediate communicativeness trough attitudes of traditional writing, from a taste of a well- defined melody to the tonal harmony with modalisms, until the regularity of tonal structure. There is a certain minimalist influence in the obstinate repetitions of some rhythmic and melodic forms, but without the complexes procedures of elaboration typical of this trend. You know, a music low by appearance, simple and direct, written to please at first listen without put intellettual complications. The titles and the change of mood of the short movements suggest the necessity to go beyond the appearance, to search hidden meanings behind a path so straightforward that it seem like obvious. Really, in terms of the contents, Carrara means to speak about the anxieties and the neurosis of our time like the aspiration to get rid of them through the memory of the past or the achievement of a new energy able to trascend them, with the recurring presence of a clarinet, almost invested with the function to evoke the heartfelt voice of the composer himself. Candidly clear, but really very cunning in the dose of its elementary constituents, Carrara’s music has in this cd a return at the same time stubbornly sharper and passionate by Solisti Aquilani […]

Giuseppe Rossi, Faust in the sky, «Musica», Ottobre 2017

[…] Sul piano del linguaggio la musica di Carrara può essere inscritta nella corrente neoromantica di quei compositori che, rifiutando gli sperimentalismi delle avanguardie del Novecento, puntano al recupero di una comunicativa immediata attraverso atteggiamenti di scrittura tradizionale, dal gusto di un nitido melodizzare all’armonia tonale screziata di modalismi, fino alla regolarità delle strutture formali. Una certa influenza minimalista può poi essere riscontrata nelle ostinate ripetizioni di certi moduli ritmici e melodici, ma senza i complessi procedimenti di elaborazione cari a questa corrente. Insomma, una musica dall’apparenza dimessa, semplice e diretta, fatta per piacere al primo ascolto senza porre complicazioni intellettualistiche. I titoli e i contrasti di atmosfera dei singoli brevi movimenti suggeriscono però la necessità di andare oltre l’apparenza, alla ricerca dei significati nascosti dietro un itinerario tanto lineare da sembrare perfino banale. In realtà, sul piano dei contenuti, Carrara intende parlare delle ansie e delle nevrosi del nostro tempo come dell’aspirazione a liberarsene attraverso il ricordo del passato o la conquista di una nuova energia capace di trascenderle, con la ricorrente presenza di un clarinetto, quasi investito della funzione di evocare l’accorata voce recitante del compositore stesso. Candidamente trasparente, ma in realtà assai scaltra nel dosaggio delle sue componenti elementari, la musica di Carrara trova in questo disco una restituzione allo stesso tempo puntigliosamente nitida e appassionata dai Solisti Aquilani […].

Machpela, for violin, cello and orchestra, Fondazione Arturo Toscanini, Parma, April 7th, 2018, 8.30 pm

Macphela, for violin, cello and orchestra, is going to be performed on April, the 7th, 2018, at 8.30 pm, in Parma, near Fondazione Arturo Toscanini. The Filarmonica orchestra is going to be conducted by Maestro Nir Kabaretti, and in the role of soloists there are going to be Mihaela Costea (violin) and Diana Cahanescu (cello). The program is going to be completed by the Symphony n. 8 “English” by Dvořák.

Saturday, April 7th, 2018
8.30 pm
Fondazione Arturo Toscanini
Parma
Filarmonica Arturo Toscanini
Nir Kabaretti, conductor

PROGRAM
Cristian Carrara, Machpela
Antonin Dvořák, Symphony n. 8 in g “English”

Read more at:
Fondazione Toscanini

Machpela, per violino, violoncello e orchestra, Fondazione Arturo Toscanini, Parma, 7 Aprile 2018, ore 20.30

Macphela, per violino, violoncello e orchestra, sarà eseguito il 7 aprile 2018, alle ore 20.30, a Parma, presso la sede della Fondazione Arturo Toscanini. L’orchestra della Filarmonica sarà diretta dal Maestro Nir Kabaretti, e nel ruolo di soliste si esibiranno Mihaela Costea (violino) e Diana Cahanescu (violoncello). Completerà il programma la Sinfonia n. 8 “Inglese” di Dvořák.

Sabato 7 aprile 2018
Ore 20.30
Fondazione Arturo Toscanini
Parma
Filarmonica Arturo Toscanini
Nir Kabaretti, direttore

PROGRAMMA
Cristian Carrara, Machpela
Antonin Dvořák, Sinfonia n. 8 in sol minore “Inglese”

Per approfondimenti:
Fondazione Toscanini

Faust in the sky

Ed.: Warner Classic, 23 giugno 2017
Contenuto:
Faust in the sky
Slot Machine
Commonplaces
A little tango to my wife
Original compositions by Cristian Carrara

Carrara parla con autentico coinvolgimento delle nevrosi attuali riscattate dalla nostalgia del passato, di memoria d’infanzia scarabocchiate dalle patologie del presente. La linearità apparente della scrittura insabbia reticoli ritmici spesso snervanti. È in questo che vi si rispecchia l’oggi. […] Carrara non nega le difficoltà, però offre speranze. […] Perché isamo angeli, ricorda la sua musica, certo caduti, comunque ancora con ali che prima o poi ci permetteranno di riprendere il volo. (Gregorio Moppi)

Per approfondimenti e ascolto:
All Music

Luce, e o infinito Silenzio, in Misericordiae Vultus

Luce, per ensemble misto, e O infinito silenzio, per baritono e orchestra, sono i due brani di Cristian Carrara presenti nel Cd Misericordiae Vultus.
«Uno sguardo sull’Assoluto, al quale l’uomo tenta da sempre di ricongiungersi anche nell’estasi mistica dell’ascolto» (Simone Caputo)
Una sorta di colonna sonora cangiante e articolata, che ripercorre le tappe di un lungo viaggio condotto attraverso linguaggi e tecniche compositive differenti, così come diverse sono le fonti di ispirazione e le soluzioni estetiche che contribuiscono a ricomporre il variopinto mosaico di questo omaggio musicale. (Andrea Milanesi, Il Giubileo della Misericordia diventa armonia tra Pärt e Frisina, Avvenire.it, 30 giugno 2017)
Etichetta: Da Vinci (Osaka – Giappone)

Contenuto:
Flavio Emilio Scogna, Inno, per tromba e organo
Giovanni Caruso, Alma Redemptoris Mater, per coro femminile
Stefano Lentini, Stabat Mater, concerto per violino e orchestra d’archi
Marco Frisina, Adoro te devote, per voce, coro e orchestra
Arvo Pärt, Summa, per ensemble di voci
Arvo Pärt, Vater Unser, per soprano e chitarra
Marco Frisina, Ave Maris Stella, per violino e orchestra d’archi
Stefano Lentini, Liturgia delle ore, Suite orchestrale per violino e orchestra d’archi
Cristian Carrara, Luce, per ensemble misto
Cristian Carrara, O infinito silenzio, per baritono e orchestra
Organico:
Roberto Abbondanza, baritono
Mauro Tortorelli, violino
Rodolfo Bonucci, violino
Bibiana Carusi, soprano
Angelo Colone, chitarra
Nello Salza, tromba
Alessandro Albenga, organo
Coro Musicanova
Orchestra da Camera “Benedetto Marcello”
The City of Rome Contemporary Music Ensemble
Nova Amadeus Chamber Orchestra
Monesis Ensemble
Flavio Emilio Scogna, direttore
Vocal Ensemble Flos Florum, Giovanni Caruso, direttore
Fidelis et Amati Orchestra, Marco Frisina, direttore

Per approfondimenti:
Da Vinci Edition
Contenuti multimediali:
Youtube